NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Docenti
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Si è diplomata a pieni voti e lode presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste sotto la guida di Evelina Vio. Successivamente si è perfezionata in Francia al Conservatoire National Supérieur de Lion, in Italia e negli USA.
Claudia Tauri
Teoria, Ritmica e Percezione musicale
Alessandro Taverna
Pianoforte principale
Si è esibito nelle più importanti istituzioni musicali: Musikverein di Vienna, Teatro alla Scala, Teatro San Carlo, Wigmore Hall di Londra, Gasteig di Monaco. Ha suonato come solista con orchestre quali Filarmonica della Scala, Münchner Philharmoniker, Royal Philharmonic, sotto la direzione di Lorin Maazel, Fabio Luisi, Riccardo Chailly, Daniel Harding, Michele Mariotti, Daniele Rustioni.
Davide Teodoro
Clarinetto
DAVIDE TEODORO, clarinettista. Diploma a Venezia con Giovanni Bacchi. Perfezionamento per la musica da camera con il Trio di Trieste. Premiato nei Concorsi Internazionali di Musica da Camera di Trapani, Caltanissetta, Stresa. È attualmente docente di clarinetto al Conservatorio di Udine.
Carlo Teodoro
Musica da Camera, Violoncello
CARLO TEODORO VIOLONCELLISTA nato a Venezia, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio della sua città nella classe di Adriano Vendramelli, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Successivamente si è perfezionato con Michael Flaksman conseguendo prima il diploma superiore in violoncello (Aufbaustudium I) presso l’Hochschule di Stoccarda.
Walter Themel
Teoria dell'armonia e analisi
Walter Themel è diplomato in Composizione, Organo e Composizione organistica, Musica Corale e Direzione di Coro. Si è perfezionato in direzione d’orchestra con Franco Ferrara e Sergiu Celibidache.
Luca Trabucco
Pianoforte principale
...Trabucco concepisce ogni brano come una sfida alle leggi fisiche della percezione sonora, adottando per ognuno un diverso tocco, una scelta differente di fraseggi e dinamiche, ed una pedalizzazione la cui brillante varietà è una delle ragioni della sua riuscita... (A. Zignani - CD Classica)