Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Soscia Giuliana

Composizione Jazz
image

Giuliana Soscia, pianista, direttore d’orchestra jazz, apprezzatissima compositrice, arrangiatrice in Italia e all’ estero, menzionata accanto ai grandi nomi del jazz internazionale, nasce a Latina e si diploma in pianoforte nel 1988 con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma. Segue il corso di tirocinio con la Prof.ssa A.M.Martinelli presso il Conservatorio “O.Respighi” di Latina, d’interpretazione barocca con la clavicembalista A.M. Pernafelli e  si perfeziona in pianoforte con Sergio Cafaro, dal quale attinge e matura l’idea di completare il persorso con l’arte dell’improvvisazione e del jazz, inclusa la composizione. Intraprende subito un’intensa attività concertistica come solista e in gruppi da camera, vincendo i primi concorsi pianistici, ben presto la sua innata curiosità e vivacità la portano a conoscere ed affrontare anche altri generi musicali dalla popular music al jazz. Parallelamente all’attività pianistica classica, intraprende lo studio  della composizione jazz e della fisarmonica, successivamente consegue il Diploma Accademico di II Livello in Composizione Jazz con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio di Musica “D.Cimarosa” di Avellino, che la porteranno ad affermarsi tra i jazzisti più riconosciuti dalla critica in Italia e all’estero. 

Numerosi sono i premi e riconoscimenti nella sua carriera, per citarne alcuni: vince il primo 1°Premio Assoluto “Barga Jazz 2019” Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione per Orchestra Jazz dedicato a Dave Douglas, con l’arrangiamento del brano Charms of the Night Sky, che lo stesso Douglas esegue come solista; vince il Bando pubblico “Vivere all’italiana in musica 2020“ sezione jazz presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con il progetto da lei ideato, composto e diretto, intitolato “Belcanto & Jazz “ Giuliana Soscia 4tet meets Roberto Fabbriciani, che riprende la tradizione ottocentesca italiana di trascrivere per flauto e pianoforte le arie delle Opere più celebri, con una rivisitazione in forma moderna e originale, tramite una scrittura jazzistica contemporanea, il video live del concerto è stato pubblicato sul canale Vimeo “Italiana" del Ministero degli Affari Esteri ; le viene assegnato il trofeo “Sonerfisa” 2001 e il "Premio alla carriera 2007" nel Premio Internazionale città di Castelfidardo; il prestigioso “XXXV Premio Personalità Europea” presso il Campidoglio di Roma nel 2005; il premio della critica Orpheo Award 2018; tra i migliori fisarmonicisti italiani nel Jazzit Awards dal 2011 al 2017, anno in cui decide di interrompere la sua attività concertistica come fisarmonicista per proseguire esclusivamente come pianista, compositrice e direttore d’orchestra jazz. 

Dirige, con sue composizioni e arrangiamenti, l’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori Italiani e L’Orchestra Jazz Parthenopea di Jodice/Soscia realizzando con quest’ultima anche il lavoro discografico live “Megaride” con la partecipazione straordinaria di Paolo Fresu, che ha ottenuto il sigillo di eccellenza dalla Onlus Pino Daniele. Si esibisce come solista con la Scottisch Jazz Orchestra, con l' Orchestra Jazz del Parco della Musica di Roma, con la Salerno Jazz Orchestra, con l' Orchestra d’Archi Milano Classica, Orchestra d’Archi Tartini e con i suoi progetti nei più importanti Festival jazz e Teatri al mondo (Italia, Vietnam, India, Francia, Brasile, Perù, Etiopia, Turchia, Regno Unito), comprese Televisioni, Radio nazionali ed estere: Teatro San Carlo di Napoli, Teatro dell’Opera di Hanoi, Teatro dell’Opera di Ankara, Qeen’s Hall di Edinburgh, RSAMD di Glasgow, Mac Robert Art Centre di Stirling, il Byre Theatre di St. Andrews, Sesc Campinas e Sesc Ipiranga Saõ Paulo, Teatro Pirandello di Lima, ICPNA Lima Jazz Festival, Auditorium Parco della Musica di Roma, Experimental Theatre dell’NCPA Mumbai, GD Birla Sabhaggar Kolkata, Civil Services Officer’s Institute New Delhi, ”The India Council for Cultural Relations” di Kolkata,“India Habitat Centre, Stein Auditorium” di New Delhi e nell’ambito del Festival “16th East West Music & Dance Encounters of Bangalore, Teatro Menotti di Spoleto 65° Coupe Mondial Accordeon, Roccella Jazz Festival, Casa del Jazz di Roma, Teatro Verdi di Trieste, Dean Benedetti Jazz Festival con la Fondazione Festival Pucciniano, IIC di Addis Abeba, Marsiglia per Suona Italiano in Francia 2011 e 2013, IIC di Marsiglia, EJE European Jazz Festival di Cagliari, Lucca Jazz Donna, Festival Pontino e tanti altri. 

Realizza numerosi lavori discografici a suo nome con importanti etichette: la Universal Music, BAM Internazional, Alfamusic, Splasc(h), Wide, Alman Music, ecc. Realizza con  il “Giuliana Soscia & Pino Jodice 4tet”, ricevendo eccellenti recensioni dalla critica sia come solista che come compositrice e arrangiatrice, i seguenti album : “Latitango”, “Antiche Pietre”, “Il Tango da Napoli a Buenos Aires”, “Contemporary” ,  “Il Viaggio di Sindbad”, “Sonata per luna crescente”, “Stabat Mater in jazz”, “Lucca Jazz Donna Vol. 1”, “North Wind” feat. Tommy Smith. Nel 2018 realizza l’ album dal titolo “Giuliana Soscia Indo Jazz Project”, con il suo progetto compositivo per l’ensemble di musicisti italiani e indiani, con il quale ha l’onore di aprire nel febbraio 2018 le Celebrazioni dei 70 anni di Relazioni Diplomatiche tra Italia e India, con un tour nei più importanti teatri dell’ India, promosso dall’Ambasciata d’Italia in India, con grande consenso di pubblico e critica, definito dal  The Times Of India “The perfect blend oj music & culture”. Subito dopo il tour indiano si esibisce per le Celebrazioni dei 70 anni di Relazioni diplomatiche India e Italia, presso l’Auditorium Parco della Musica, concerto promosso dall’Ambasciata della Repubblica dell’India a Roma e ISMEO, poi nell’ambito del 54° Festival Pontino di Musica e l’Università della Tuscia. Affascianata dalla cultura musicale indiana è quindi ideatrice di un progetto didattico e divulgativo, che presenta con una Masterclass e Concerto, tenutosi nel settebre 2019, presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma dal intitolo  “L’ Arte dell’ Improvvisazione da Oriente ad Occidente. Incredible India – The Land of Gandhi:  Giuliana Soscia Indo Jazz Project”, con il sostegno del Progetto MIUR “Studi e ricerche sulle culture dell’Asia e dell’Africa” e  ISMEO – Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo, iniziativa che promuove il dialogo culturale tra la musica indiana e la musica occidentale. Presenta successivamente anche presso  il Conservatorio “G.Verdi” di Milano “L’ Arte dell’ Improvvisazione da Oriente ad Occidente - Giuliana Soscia Indo Jazz Project” sotto forma di Laboratorio e Concerto finale.

Impegnata da anni nella divulgazione della composizione jazz al femminile e soprattutto il ruolo della Donna nel jazz, con il progetto “Sophisticated Ladies - A tribute to Women Composers in Jazz” si esibisce presso la rassegna Donne in Jazz 2014 per la fondazione Adkins Chiti, in un prestigioso Tour in India per la Festa della Donna 2016, nella rassegna Midjane presso la Casa del Jazz di Roma, per Roma Jazz Festival presso la Casa Internazionale delle Donne, Lucca Jazz Donna, Musica sulle Bocche 2020.

Vanta pestigiose collaborazioni con Dave Douglas, Paolo Fresu, Tommy Smith, Roberto De Simone, Pino Jodice, Raed Khoshaba, Maurizio Giammarco, Quyen Thien Dac, Giancarlo Schiaffini, Paolo Damiani, Enzo Favata, Sainkho Namtchylak, Javier Girotto, Luis Bakalov, Ada Montellanico, Roberto Fabbriciani, Mario Marzi, Daniele Roccato,  Attilio Zanchi, Achille Succi, Michelangelo Carbonara, ecc.

 Svolge da sempre attività didattica con Masterclass nei Conservatori presso i Conservatori “Santa Cecilia” di Roma, “G.Verdi di Milano”, “Nacional de Musica” di Lima, “D.Cimarosa”di Avellino, “Venosa” di Potenza. Ha svolto anche una importantissima attività divulgativa in qualità di musicista e conduttrice televisiva di rubriche inerenti la musica nei programmi “UnoMattina” su RAI UNO e su RAI DUE dal 2000 al 2008. Attualmente è docente di Composizione Jazz presso il Conservatorio "J.Tomadini" di Udine e docente esterna presso il Conservatorio "G.Verdi" di Milano con il suo Laboratorio “L’ Arte dell’Improvvisazione da Oriente ad Occidente - Giuliana Soscia Indo Jazz Project”.