NOTE! This site uses cookies

This site uses cookies to provide services in line with your preferences. By closing this banner, scrolling this page or click any element thereof consent to the use of cookies. Learn more

I understand

Il Lied, sintesi tra pianoforte e voce

Event

Title:
Il Lied, sintesi tra pianoforte e voce
When:
6 April 2013, 17:00 h
Where:
Università alle LiberEtà - Udine
Category:
Università delle LiberEtà 2012/13

Description

Elisa Iovele, soprano
Marius Bartoccini, pianoforte

 

PROGRAMMA

F.P.TOSTI (1846-1916)
"Non t'amo più"

G.VERDI (1813-1901)
"La zingara"

F.P.TOSTI
"Ninon"

G.VERDI
"Mistero"

F.SCHUBERT (1797-1828)
"Du bist die ruh"
"Gretchen am spinnrade"
"Lied der mignon"

G.PUCCINI (1858-1924)
"Un bel dì vedremo" da “Madama Butterfly”
"Mi chiamano Mimì" da “La Bohème”


Elisa Iovéle ha iniziato la carriera di cantante blues e leggera all'età di 14 anni esibendosi a Trieste, sua città natale, in svariate occasioni, tra cui la Barcolana 2002 , per poi presto appassionarsi e dedicarsi al canto lirico. Sotto la guida di diversi maestri, oltre a imparare e perfezionare la propria tecnica vocale, si è cimentata con ruoli di note opere classiche, ma anche con il canto liturgico e il genere musical. Nel suo repertorio troviamo i ruoli completi di “Bohème” (Mimì) e “Madama Butterfly”di Puccini, “Pagliacci”di Leoncavallo (Nedda), ampi spezzoni del “Don Giovanni” (Donna Elvira) e de “Le nozze di Figaro” (Contessa) di Mozart, “Carmen” (Micaela) di Bizet, “Turandot” (Liù) di Puccini, “Trovatore”(Leonora) di Verdi, svariati canti liturgici e arie da musical in italiano, inglese, francese, spagnolo, sloveno e tedesco. Tra le sue più importanti esibizoni ricordiamo quella avvenuta presso il Parlamento Sloveno di Ljubljana (1/7/2010), al Teatro dei Fabbri di Trieste ( Concerto musical, giugno 2010), al Teatro Ristori di Cividale in occasione della Giornata della Cultura Slovena nel mondo (11/2/2012), al Residence Hotel “Là di Moret”(UD) e nell'ambito del festival internazionale “Stazione di Topolò-Postaja Topolove”in cui ha collaborato con diversi progetti canori dal 2010. Nel novembre 2011 crea un duo con la pianista Stefania Rucli, incontro nato nell’ambito degli eventi culturali delle Valli del Natisone. Il duo piano e voce si esibisce per la prima volta a Lusevera (UD) nella chiesa di San Giorgio, successivamente presso la sala polifunzionale di San Pietro in occasione della Giornata della donna per poi presto eseguire concerti a Lubiana in occasione della presentazione della mostra di Loretta Dorbolò, al Mestni Muzej della capitale slovena ed a Cividale all'evento “Gocce di Memoria”.
Per l'estate 2013 sono previste tre sue esibizioni di “Tacea la notte placida”(da “Trovatore” di Verdi) accompagnata dall'Orchestra di fiati del Conservatorio J.Tomadini di Udine, rispettivamente presso il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro di Palmanova e al Mittelfest europeo di Cividale in occasione del bicentenario di Verdi.
Attualmente Elisa Iovéle è docente di canto presso la scuola di musica Glasbena Matica di San Pietro al Natisone e parallelamente sta terminando i suoi studi presso il Conservatorio “Tomadini” di Udine sotto la guida del baritono Marcello Lippi.

MARIUS BARTOCCINI
Nato nel 1983, ha conseguito la Laurea in pianoforte con il massimo dei voti nella classe della prof.ssa Maria Grazia Cabai presso il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine al quale è tutt’ora iscritto al Biennio di Specializzazione e all’ultimo anno di Strumentazione per banda nella classe del prof. Marco Somadossi.
Ha collaborato in qualità di continuista e accompagnatore in diverse compagini corali, orchestrali e cameristiche. In qualità di pianista ha partecipato a diverse stagioni concertistiche e rinomati festivals nazionali e internazionali in Italia, Slovenia, Austria e Germania.
Attivo anche come clavicembalista, ha suonato sia come solista sia in diverse formazione barocche. Ha eseguito il Concerto per 2 clavicembali e orchestra in do maggiore BWV 1061 di J. S.bACH. Nel 2006 ha collaborato alla rappresentazione dell’opera “Barbe Basili e il Paradîs” di Ezio Vittorio, in qualità di Maestro di palcoscenico presso il teatro “Giuseppe Verdi” di Codroipo (Ud).
In occasione della consegna del Premio Letterario “Tiziano Terzani 2009” ad Ahmed Rashid ha suonato con l’Ensemble di Musica Contemporanea musiche di Alessio Venier e Daniela Terranova, presso il Teatro “Giovanni da Udine”. Nello stesso anno, durante il “Concerto per il Novantesimo Anniversario della Rinaldi Farmaceutici” ha inciso (live) un cd assieme al soprano Anna Viola e al baritono Eugenio Leggiadri Gallani.
Nel maggio 2010, in occasione del 200° anniversario della nascita di Robert Schumann e Fredèric Chopin ha preso parte a diversi cicli di concerti come al “Progetto Schumann” organizzato dal Conservatorio di Udine e alla “Maratona Schumann-Chopin” dell’ associazione “ Altolivenza”.
Ha debuttato con l’orchestra di fiati del conservatorio, in un concerto inaugurale del teatro “Giuseppe Verdi” di Pordenone.
Ricopre il ruolo di Direttore Artistico nell’Associazione “Amici del Conservatorio” e da diversi anni collabora in veste di pianista e direttore con la classe di composizione del Conservatorio di Udine.
Nell’ottobre del 2011 è stato invitato a dirigere l’Ensemble di Musica Contemporanea nella prestigiosissima Wiener Saal del Mozarteum di Salisburgo, replicando il concerto il giorno successivo a Udine, in diretta streaming per la Taukay.
E’ fondatore e direttore stabile dell’Ensemble Zero, formazione di fiati a numero variabile, che si propone di eseguire il repertorio originale per fiati da camera. L’Ensemble si è già esibito in numerosi festivals e rassegne concertistiche, proponendo brani di Strauss, Dvorak, Gounod, Gouvy, Beethoven, Jean Francaix, riscuotendo successo per la critica e il pubblico.
Al proposito Jacques Francaix, figlio del compositore e pianista francese Jean Francaix, ha detto di lui :
“Vos interprétations me paraissent tout à fait conformes à l'esprit de mon père, notamment le dynamisme que vous transmettez aux musiciens.” E “J'apprécie vos interprétations, pleine du dynamisme de la musique de mon père.”
Jacques Françaix

Venue

Location:
Università alle LiberEtà
Street:
Napoli
City:
Udine