NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Titolari di incarichi dirigenziali (dirigenti non generali)

Direttore M.o Virginio Zocatelli (dal 01/11/2017 al 31/10/2020)

indennità corrisposta anno 2018 € 14.040,00 (compenso ridotto del 10% ai sensi del D.L. 31/05/2010, n.78, convertito in Legge 30/07/2010, n.122)

 

 

Direttore M.o Paolo Pellarin (dal 01/11/2011 al 31/10/2017)

indennità corrisposta anno 2014 € 14.040,00 (compenso ridotto del 10% ai sensi del D.L. 31/05/2010, n.78, convertito in Legge 30/07/2010, n.122)

indennità corrisposta anno 2015 € 14.040,00 (compenso ridotto del 10% ai sensi del D.L. 31/05/2010, n.78, convertito in Legge 30/07/2010, n.122)

indennità corrisposta anno 2016 € 14.040,00 (compenso ridotto del 10% ai sensi del D.L. 31/05/2010, n.78, convertito in Legge 30/07/2010, n.122)

indennità corrisposta anno 2017 € 14.040,00 (compenso ridotto del 10% ai sensi del D.L. 31/05/2010, n.78, convertito in Legge 30/07/2010, n.122)

 

art. 23 dello Statuto

 1. Il Direttore ha compiti di iniziativa, di attuazione e di vigilanza per quanto di propria competenza in ordine alle finalità espresse dal presente Statuto; è responsabile dell’andamento didattico, scientifico ed artistico dell’Istituzione e ne ha la rappresentanza legale in ordine alle collaborazioni e alle attività per conto terzi che riguardano la didattica, la ricerca, le sperimentazioni e la produzione artistica.

Spetta in particolare al Direttore:

 a) convocare e presiedere il Consiglio Accademico e sovrintendere alla esecuzione delle deliberazioni;

 b) vigilare sul funzionamento delle strutture e dei servizi didattici e di ricerca del Conservatorio impartendo direttive - nell'ambito dei poteri conferitigli dalla normativa vigente e dallo Statuto - per la corretta applicazione delle norme di legge, dello Statuto e dei Regolamenti autonomi, per l'efficiente funzionamento delle strutture e dei servizi didattici, di ricerca e di produzione e per la determinazione delle relative responsabilità;

 c) curare l'osservanza delle norme concernenti l'ordinamento delle Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale nelle materie di propria competenza;

 d) esercitare l'autorità disciplinare nei confronti del corpo docente e degli studenti con riferimento alle norme contrattuali e a quanto disposto dal Regolamento generale del Conservatorio;

 e) assumere, in caso di necessità e di indifferibile urgenza, i necessari provvedimenti, i quali, se di competenza del Consiglio Accademico, sono da sottoporre alla ratifica di tale organo alla prima riunione successiva utile;

 f) emanare con decreto, sentito il Consiglio Accademico, il calendario accademico;

 g) emanare i decreti e gli atti di sua competenza;

 h) esercitare tutte le altre attribuzioni che gli sono demandate dalla normativa vigente, dallo Statuto e dai Regolamenti.

 2. Il Direttore è eletto dal corpo docente di cui all’articolo 17, comma 1, del presente Statuto tra i docenti, anche di altre istituzioni, in possesso di particolari requisiti di comprovata professionalità stabiliti con il Regolamento di cui all’articolo 2, comma 7, lettera a), della Legge. Le votazioni sono indette dal Direttore in carica.

 3. In sede di prima applicazione l’elettorato passivo è riservato ai docenti anche di altre Istituzioni in possesso di particolari requisiti di comprovata professionalità, con riferimento all’esperienza professionale e di direzione, acquisiti in ambito musicale anche internazionale, con una anzianità di almeno 6 anni nel ruolo di appartenenza. Le votazioni sono indette dal Direttore in carica entro e non oltre 60 giorni dall’entrata in vigore del presente Statuto.

 4. Il Direttore dura in carica tre anni e può essere rieletto una sola volta consecutivamente; è nominato con decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

 5. Il Direttore è eletto a maggioranza assoluta dai docenti e dagli accompagnatori al pianoforte nella prima votazione. Nel caso in cui questa non abbia dato esito positivo, si procede immediatamente ad una seconda votazione dalla quale risulterà eletto il candidato che avrà ottenuto il maggior numero di voti quale che sia il numero dei votanti. In caso di parità ha precedenza la maggiore anzianità in ruolo, quindi quella anagrafica.

 6. Le candidature, corredate di programma elettorale e curriculum, devono essere presentate almeno 15 giorni prima della data della votazione.

 7. Nell’ipotesi di conferimento dell’incarico ai sensi dell’articolo 241, comma 5, del D. Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, il Ministro acquisisce preventivamente il parere del Consiglio Accademico.

 8. Il Direttore designa un Vicedirettore scelto tra i professori di ruolo, che lo coadiuva e lo supplisce nelle sue funzioni in caso di impedimento o di assenza.

 9. Il Direttore può affidare ad altri professori di ruolo l'esercizio temporaneo di funzioni, ivi comprese la verifica e la firma di atti di sua competenza, che non gli siano inderogabilmente riservate, che comportino compiti anche di rappresentanza istituzionale ovvero siano finalizzate alla realizzazione di progetti specifici o allo svolgimento di attività definite, dandone comunicazione al Consiglio Accademico ed al Consiglio di Amministrazione.

10. Al Direttore è attribuita un'indennità di direzione a carico del bilancio dell'Istituzione, su delibera del Consiglio di Amministrazione.

 11. Il Direttore ha diritto, a richiesta, per il periodo del suo mandato, alla limitazione dell'attività didattica, ivi compreso l'esonero totale dagli obblighi didattici.