NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

a cura del Prof. David Giovanni Leonardi (docente di Storia ed Estetica Musicale)

 

11 settembre 2017

Il chitarrista Alejandro Cordova vince il primo premio al Concorso Internazionale “Francisco Tarrega”

Alejandro Cordova, ex studente del Conservatorio “J. Tomadini” ove ha conseguito il diploma accademico di secondo livello nella classe del maestro Stefano Viola, ha vinto uno dei più importanti concorsi a livello mondiale tra quelli che riguardano le sei corde e che possono imprimere una svolta sostanziale alla carriera concertistica; si tratta del prestigioso Concorso Internazionale dedicato al chitarrista e compositore spagnolo Francisco Tarrega, competizione conclusasi venerdì scorso 8 settembre a Benicásim, comunità autonoma Valenciana (Spagna). Il concorso, membro della Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali UNESCO, ha visto la partecipazione di una ventina di concorrenti provenienti da Spagna, Germania, Italia, Corea, Messico, Croazia, Romania, Siria, Cuba e Israele; nel corso della fase finale svoltasi al Teatro Municipal, confrontandosi con il coreano Deion Cho, il rumeno Mircea Gogoncea e l’ucraino Marko Topchii, Alejandro Cordova ha prevalso grazie all’esecuzione di Concierto del Sur di Manuel Ponce con l’Orchestra Sinfonica di Valencia, aggiudicandosi, oltre al premio di 12.000 euro, l’incisione di un CD e una tournée di cinque concerti da tenersi in territorio iberico. Ultimo italiano ad aggiudicarsi il prestigioso premio è stato nell’anno 2009 il friulano Adriano Del Sal, ora docente all’Università di Vienna e acclamato concertista, anch’egli formatosi per lungo tempo nella classe del maestro Stefano Viola al “Tomadini”.

 

 

7 settembre 2017

Il pianista Matteo Bevilacqua premiato al “Palma d’oro” di Finale Ligure

Matteo Bevilacqua, giovane pianista udinese, si è recentemente aggiudicato un importante riconoscimento internazionale in occasione della 44ª edizione del Concorso “Palma d’oro” di Finale Ligure (SV). Conseguito il diploma in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine nella classe di Luca Trabucco, ha ottenuto il secondo premio ex æquo dalla giuria internazionale presieduta da Takahiro Seki, dopo aver sostenuto una fase eliminatoria che ha selezionato sei concorrenti per la finale. Il concerto di gala si è tenuto nella basilica di S. Biagio a Finalborgo di Finale Ligure, nel corso del quale Matteo Bevilacqua ha offerto un’applaudita interpretazione di Polacca-Fantasia op. 61 di Fryderyk Chopin.

17 luglio 2017

Il compositore friulano Alessio Domini selezionato per una Masterclass con Krzystof Penderecki a Stoccolma

Alessio Domini, già studente del Conservatorio di Udine, dove ha conseguito il diploma in pianoforte con il massimo dei voti nel 2011 e il diploma accademico di II livello in composizione con lode e menzione speciale nel 2015, ha da poco ottenuto un riconoscimento di assoluto livello internazionale; l’organizzazione dell’Aurora Music Festival di Stoccolma lo ha infatti selezionato assieme ad altri nove giovani compositori per partecipare alla Masterclass, in programma nell’agosto prossimo, tenuta da Krzystof Penderecki, tra i pochi padri della musica contemporanea ancora in attività, e da Sven David Sändstrom. Ad Alessio Domini, grazie alla composizione cameristica After the Torchlight Red presentata in occasione del progetto europeo “MusMA - Music Masters on Air” realizzato nel corso della scorsa edizione di Mittelfest, è stato commissionato un nuovo brano per strumento solista che diverrà oggetto di perfezionamento con i docenti e i relativi strumentisti durante la Masterclass, in vista dell’esecuzione all’Aurora Music Festival di Stoccolma; al termine del Festival la direzione artistica assegnerà a uno dei dieci partecipanti la composizione di una brano per orchestra sinfonica.