NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

a cura del Prof. David Giovanni Leonardi (docente di Storia ed Estetica Musicale)

 

4 giugno 2017

Masterclass e concerto del compositore cubano Guido López Gavilán per il ciclo “America!” del Conservatorio di Udine

Mercoledì prossimo 7 giugno alle ore 18.00 il Conservatorio di Udine ospiterà l’eccezionale evento rappresentato dal concerto conclusivo della Masterclass tenuta dal compositore cubano Guido López Gavilán. Tre giorni, ad iniziare da domani, a contatto con una delle più importanti personalità della cultura musicale sudamericana contemporanea, rappresenteranno per gli studenti strumentisti e compositori del “Tomadini” l’occasione unica di avvicinare la musica cubana, la storia dei suoi generi musicali e la produzione di un musicista che nel concerto conclusivo proporrà alcune sue pagine per strumenti ad arco (Cantus, La noche, Chacona tropical, Caribe nostrum, Mi menor conga, Guaguanco, Blunote, Habanera sensual y contradanza caprichosa) in veste di direttore della prestigiosa Accademica d’Archi “Arrigoni” di San Vito al Tagliamento. Guido López Gavilán, del quale è stata apprezzata venerdì scorso al Teatro Nuovo la prima esecuzione assoluta di Obertura bandida, ha studiato nei Conservatori “Roldan” dell’Avana e “Čajkovskij” di Mosca e da quarant’anni svolge attività di docente titolare di composizione presso l’Istituto Superiore delle Arti dell’Avana e di direttore d’orchestra in centinaia di concerti tenuti in Europa, Stati Uniti e America Latina; innumerevoli le Masterclass, le partecipazioni a prestigiosi Festivals internazionali, le registrazioni discografiche e i riconoscimenti a lui attribuiti per l’attività didattica, organizzativa, direttoriale e compositiva, comprendente, quest’ultima, un nutrito catalogo di pagine spazianti in tutti i generi vocali e strumentali composte a partire dai primi anni Sessanta. Il concerto è il quarto appuntamento del cartellone “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine” del mese di giugno, cartellone realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine e Fondazione Friuli.

3 giugno 2017

“VerdiArchi” con l’Ensemble di Ottoni del Conservatorio di Udine martedì prossimo all’Orto Botanico

Giunge al suo quarto appuntamento annuale consecutivo l’iniziativa musicale “VerdiArchi” che si terrà martedì 6 giugno alle ore 11.00 presso l’Orto Botanico Friulano di via Urbanis a Udine. Organizzato dagli assessorati all’orto botanico e all’orientamento musicale della Provincia di Udine, il concerto sarà come da tradizione aperto a tutte le scolaresche e dedicato in particolare agli studenti degli istituti superiori cittadini, ai quali l’Ensemble di Ottoni del Conservatorio “Tomadini” di Udine diretto da Nicola Fattori offrirà una vasta carrellata di pagine originali e trascrizioni per assiemi di ottoni. Dopo i concerti dedicati nelle passate edizioni dai gruppi di musica Jazz del “Tomadini” a Chick Corea, Frank Zappa, Michael Jackson e Prince, il concerto di quest’anno vedrà nove studenti, Giulio Molinaro, Lucamaria Trevisan, Fabio Zanotel e Michele Durì (trombe), Simone Zanello (corno), Loris Beltrame, Alberto Valiera e Federico Biondi (trombone), Raul Moretto (basso tuba) e i docenti di tromba e trombone Carlo Beltrami e Domenico Lazzaroni, impegnati nella riproposizione di avvincenti pagine di Paul Dukas, George Gershwin, Giuseppe Verdi, Chris Hazell, John Kander, John Iveson e Frank Ticheli; direttore Nicola Fattori, cornista e studente di composizione e direzione per orchestra di fiati. Il concerto è il terzo appuntamento del cartellone “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine” del mese di giugno, cartellone realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine e Fondazione Friuli.

31 maggio 2017

Cinque concertisti del Conservatorio di Udine per la Festa della Repubblica alla Caserma “di Prampero”

Il contributo del Conservatorio di Udine alla Festa della Repubblica, tradizionale e solenne ricorrenza nazionale in programma per venerdì prossimo 2 giugno, si arricchisce di un appuntamento concertistico dedicato alla musica da camera, ospitato dalla Caserma “di Prampero” di Udine alle ore 16.00 in collaborazione con la Brigata Alpina “Julia”. Quattro giovani concertisti, allievi al “Tomadini” dei corsi superiori di flauto e pianoforte, proporranno un percorso dedicato, in apertura, a Sonata in si minore BWV 1030 di Johann Sebastian Bach da Maria Lincetto, frequentante il biennio di II livello in Flauto e il corso di Composizione, assieme al pianista Giovanni Molaro, diploma di II livello in Pianoforte con lode; il concerto proseguirà con Dolly (Berceuse, Mi-a-ou, Le jardin de Dolly, Kitty-valse, Tendresse, Le pas espagnol) op. 56 per pianoforte a 4 mani di Gabriel Fauré con Giulia Delle Vedove e Ilaria Covazzi, allieve al triennio di I livello nelle classi dei professori Luca Trabucco, Franca Bertoli e Franco Calabretto, per terminare con una selezione di capolavori pianistici di Fryderyk Chopin nell’interpretazione di Matteo Bevilacqua, pure allievo di Luca Trabucco: Studi op. 10 n. 5 e op. 25 n. 11, Polacca Fantasia op. 61. Il concerto è il primo appuntamento del cartellone di giugno dei “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine”, realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine e Fondazione Friuli.