NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

a cura del Prof. David Giovanni Leonardi (docente di Storia ed Estetica Musicale)

 

27 giugno 2017

Il contributo in musica del “Tomadini” alla terza edizione di Conoscenza in Festa

Il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine contribuirà con due appuntamenti musicali alla terza edizione di Conoscenza in Festa; desiderio, metodi e nuovi saperi, evento del sistema universitario udinese che coinvolge docenti e studenti nell’approfondimento dei temi della cultura nella società dei consumi e delle grandi trasformazioni economiche e sociali attraverso le esperienze di quanti producono e traferiscono conoscenza in Italia e all’estero. Il primo concerto si terrà dopodomani, giovedì 29 luglio alle ore 20.00 alla Loggia del Lionello quale apertura della manifestazione, protagonisti assieme al Coro dell’Università di Udine, l’Insieme di saxofoni del Conservatorio di Udine diretto dal titolare di cattedra di saxofono al “Tomadini” prof. Fabrizio Paoletti; il programma comprenderà l’adattamento di Fabrizio Paoletti di L’arrivo della regina di Sheba dall’Oratorio Salomon di Gerog Friedrich Händel, Blues for Brass di Pierluigi Alessandrini, l’adattamento di Paoletti del celeberrimo Libertango di Astor Piazzolla per concludere con Sinfonia da La gazza ladra di Gioachino Rossini. Il secondo contributo musicale si terrà sabato 1° luglio alle ore 11.00 quando la Loggia del Lionello sarà animata dalla Brass Band del Conservatorio, interprete con il coordinamento del prof. Domenico Lazzaroni e la direzione di Nicola Fattori, di Fanfare pour précéder La péri di Paul Dukas, Shenandoah di Frank Ticheli, Three Brass Cats di Chris Hazell, Londonderry Air, Theme from New York New York, «Summertime» da Porgy and Bess di George Gershwin per concludere con una selezione da Aida di Giuseppe Verdi. I due eventi musicali concludono il cartellone di giugno dei “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine”, realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine e Fondazione Friuli.

25 giugno 2017

Il chitarrista Fabio Corsi premiato mercoledì scorso a Montecitorio in occasione della “Festa Europea della Musica”

Il chitarrista padovano Fabio Corsi, attualmente frequentante il biennio di secondo livello nella classe del prof. Stefano Viola al Conservatorio di Udine, fa parte del gruppo di giovani musicisti vincitori di premi internazionali ai quali è stato conferito il diploma di riconoscimento al talento della Camera dei Deputati. La celebrazione della “Festa Europea della Musica” si è tenuta mercoledì scorso 21 giugno a Roma, presso la Sala della Regina di Montecitorio, alla presenza dell’on. Laura Boldrini, presidente della Camera dei Deputati, dell’on. Raffaello Vignali, ideatore del premio, e del prof. Renato Meucci, presidente della Conferenza dei Direttori dei Conservatori italiani. Fabio Corsi, affermato concertista nei settori solistico e cameristico, già diplomato con lode e menzione presso il Conservatorio di Rovigo e vincitore di borsa di studio dell’Accademia Musicale di Firenze quale allievo di Edoardo Catemario, si è negli ultimi anni aggiudicato oltre dieci primi e secondi premi in alcuni tra i più prestigiosi concorsi nazionali e internazionali per chitarra.

 

20 giugno 2017

Il Progetto Opera VivaAntigone del Conservatorio di Udine vince il premio speciale “Abbiati” dell’Associazione Critici Italiani

Portato in scena nel maggio 2016 da centoventi studenti nell’ambito del Progetto Opera del Conservatorio “Tomadini” di Udine e dalla sezione convenzionata dell’Istituto Comprensivo 2 - Scuola Secondaria “P. Valussi” di Udine, VivAntigone, Opera musicale in sette scene, si è aggiudicata, per la seconda volta nella lunga storia del progetto didattico udinese, il premio speciale “Abbiati” per la scuola voluto dall’Associazione Critici Italiani. Da anni prestigioso riconoscimento nell’ambito della produzione musicale italiana, il Premio speciale “Abbiati” è stato esteso da una decina d’anni alle numerose realtà dedite alla produzione e alla ricerca negli ambiti scolastici di ogni ordine e grado. La commissione del Premio “Abbiati” di quest’anno era presieduta dal prof. Angelo Foletto, decano dei critici musicali italiani, e dall’on. Luigi Berlinguer, che hanno voluto riconoscere in VivAntigone l’originalità di riscrittura e ricalco della tragedia greca e la forza delle sue tematiche, attualizzate in alcune figure carismatiche di donne dei nostri tempi impegnate nella difesa dei diritti civili in diverse parti del mondo. La premiazione di VivAntigone, musiche di Virginio Zoccatelli e Andrea Chini, regia e coreografia di Elisabetta Spagnol, avverrà a Fiesole domani, 21 giugno alla presenza dell’on. Luigi Berlinguer, con un concerto dell’Orchestra Giovanile della Scuola di Fiesole.